Giochi: 5,6 miliardi di euro annuali versati nelle casse dell’Erario

Combattere il mondo del gioco d’azzardo ma, ugualmente, rimpinguare le casse dello Stato sfruttando una industria che, a bilancio, fa registrare 5,6 miliardi di euro annuali. I dati parlano chiaro e dal 1 gennaio al 30 settembre 2018, come reso noto dal Conto Riassuntivo del Tesoro, lo Stato ha giovato di introiti e benefici derivanti d lotterie ed altre attività di gioco.

4,2 miliardi di questo bottino provengono dal PREU applicato su Slot e Vlt; 905,9 milioni invece provengono dal lotto, 209,7 milioni da altri proventi delle attività di gioco, 139,8 milioni come quota del 40% dell’imposta unica sui giochi di abilità e sui concorsi pronostici e oltre 44,1 milioni come Diritto fisso erariale sui concorsi pronostici.

Dal versamento di somme da parte dei concessionari di gioco, tramite apparecchi, si aggiungono altri 3,2 milioni, 1,4 miliardi, invece, provengono dal bingo, 322,3 milioni dai canoni di concessione per la gestione della rete telematica sugli apparecchi da divertimento e da intrattenimento, dai giochi numerici  totalizzatore nazionale, 330, 3 milioni dalla ritenuta del 6% sulle vincite del gioco del lotto, 963,4 milioni dalle lotterie nazionali ad estrazione istantanea.

 

 

Federico Cocco

Ho studiato storia, giornalismo e lingue straniere. Lavoro per diverse testate e collaboro con Il Mattino. Ho scritto per l’Ansa e il Corriere del Mezzogiorno. Politica, economia sono le mie passioni. Questo è il mio blo personale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *