I 20 paesi dove si perde di più nel gioco d’azzardo

Giocatori che scommettono nei casinò, lotterie, bingo, scommesse sportive, e in tutte le altre tipologie di giochi, esistono in tutto il mondo, sia legalmente, nei territori in cui il gioco è consentito, sia clandestinamente in quelli in cui la legge lo vieta. Sebbene molti ricchi giocatori d’azzardo possono permettersi di perdere considerevoli somme di denaro, i più, cioè coloro che non riescono ad azzeccarne una, rientrano nel gruppo degli appassionati che aspirano a vincere un premio milionario per cambiare la loro vita.

Esistono statistiche che mostrano quali sono i paesi in cui giocatori perdono più soldi.

Secondo le informazioni raccolte da Gambling Capital e il sito di slot machine online Giochi di Slots, in testa alla classifica dei paesi dove i giocatori perdono più soldi nel gioco, c’è l’Australia.

Nel paese il gioco favorito dagli scommettitori sono le macchinette elettroniche chiamate pokies, disseminate su tutto il territorio e presenti in diversi locali. La perdita media annua per persona è di 1,171 dollari

Il secondo posto se lo aggiudica Singapore. Nel paese asiatico i gioco d’azzardo più in voga sono i casinò e le lotterie. In questo caso la perdita media annuale per persona è di 1,041 dollari.

Il podio è completato dagli Stati Uniti. La famigerata Las Vegas, nel Nord del paese,  immersa in pieno deserto, è  storicamente considerata come la capitale mondiale del gioco d’azzardo: la perdita annuale rilevata ammonta 616 dollari  a persona.

Il quarto posto spetta all’Irlanda, in cui le scommesse in rete, dispositivi e televisione sono le opzioni su cui investono i giocatori irlandesi. La perdita annuale media per persona è di 603 dollari.

La Finlandia occupa il quinto posto della classifica. Qui i cittadini optano maggiormente per il gioco online, le lotterie e le slot machine. I finlandesi perdono annualmente 585 dollari a persona.

Le macchinette che non si trovano all’interno dei casinò rappresentano la prima opzione per il popolo della Nuova Zelanda, anche se le scappatelle al casinò sono molto vicine nell’occupare un primo posto. La perdita annuale media per persona in questo paese che occupa la sesta posizione è di  555 dollari.

Al settimo posto troviamo l’Italia. La maggioranza del popolo italiano sfida la dea bendata alle slot machine e alla lotteria. La perdita annuale media per persona ammonta a 490 dollari.

Il Regno Unito occupa l’ottavo posto nella classifica. In Gran Bretagna, i sudditi della regina spendono più nelle macchinette, lotterie  scommesse sportive online più che in servizi di telefonia, computer e telefoni. La perdita media annuale per persona è di 462 dollari.

La Norvegia occupa il nono posto. Nel freddo paese scandinavo gli abitanti prediligono la lotteria. La perdita media annuale per persona ammonta a 450 dollari.

La maggior parte dell’industria del gioco d’azzardo in Canada, che si colloca al decimo posto nella lista dei paesi dove si perdono più soldi, si concentra sui casinò e le slot machine. La perdita annuale media per persona è di 449 dollari.

L’undicesimo posto spetta ad un altro paese del Nord Europa, la Svezia. Qui la maggior parte dei cittadini perde il proprio denaro giocando alla Lotteria, in scommesse attraverso Internet, telefono e programmi televisivi. La perdita annuale media per persona è di 397 dollari.

Segue un altro paese scandinavo, la Danimarca. Le scommesse online sono le favorite degli abitanti di questo paese, dove la perdita annuale media per persona ammonta a 337 dollari.

La Svizzera occupa il tredicesimo posto della classifica. Casinò e lotteria i favoriti del popolo elvetico. Nel paese della cioccolata la perdita annuale media per persona è di 340 dollari.

Al quattordicesimo posto troviamo l’isola di Malta. Nel piccolo territorio del mediterraneo i responsabili delle perdite nel gioco sono i casinò. La perdita annuale media per persona è di 337 dollari.

L’Islanda occupa il quindicesimo posto della classifica. Nonostante il gioco d’azzardo sia vietato in tutto il paese, esistono siti non regolamentati attraverso cui la gente tenta la fortuna alla lotteria. La perdita annuale media per persona è di 333 dollari.

Il piccolo stato del Lussemburgo si trova al sedicesimo posto. Nonostante le rigide norme che regolamentano il gioco d’azzardo, esistono in questo territorio siti esclusivi per gli adulti, ma il gioco in cui si perde più denaro è la lotteria. La perdita media annua per persona è di 331 dollari.

La Slovenia si posiziona al diciassettesimo posto. Qui la perdita media annuale per persona è di 314 dollari. Casinò e sale da gioco sono i luoghi preferiti dagli sloveni che amano in particolare il bingo.

Gli spagnoli, al diciottesimo posto, “investono” in casinò e slot machine. In questo paese la perdita media annuale per persona arriva a 301 dollari.

Segue nella lista Cipro. Casinò, corse di cavalli e stabilimenti sportivi le attività di gioco più in voga. La perdita media annuale per persona nel gioco è di 300 dollari.

In fondo alla classifica troviamo il Giappone. Anche se nel paese non ci sono casinò legali, sono molto apprezzate le scommesse su corse di cavalli e la lotteria. Qui la perdita media annuale per persona raggiunge 299 dollari.

Federico Cocco

Ho studiato storia, giornalismo e lingue straniere. Lavoro per diverse testate e collaboro con Il Mattino. Ho scritto per l’Ansa e il Corriere del Mezzogiorno. Politica, economia sono le mie passioni. Questo è il mio blo personale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *