Slot machine, la legge prevede la riduzione delle macchinette. Ma nel 2016 ce ne sono 40mila in più

Nonostante una legge più che chiara che prevedeva la riduzione del numero di macchinette presenti sul suo italiano, nel 2016 si registrato un inaspettato un aumento di tale numero per un valore di circa 40 mila unità.
E’ bastata una semplice circolare dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli ed il numero delle macchinette autorizzate in Italia è passato da 378mila a 418mila, a discapito di quanto sancito dall’ultima legge di Stabilità che prevedeva una riduzione degli apparecchi nell’ordine del 30% in quattro anni, di fatto questi sono aumentati del 10% in quattro mesi.

 

Come scrive il Corriere della Sera, il paradosso è che mentre l’ultima legge di Stabilità prevede una riduzione delle macchinette, nell’ordine del 30% in quattro anni, di fatto gli apparecchi sono aumentati del 10% in quattro mesi.

La manovra 2016, infatti, aveva stabilito una riduzione “in misura non inferiore al 30% degli apparecchi” da qui al 2019, e come hanno precisato i Monopoli, si “fa riferimento a una data certa il 31 luglio 2015 e anche a un numero certo (378.109).
Tale numero comprende inoltre sia gli apparecchi in esercizio sia quelli in magazzino, inoltre hanno aggiunto che “numeri diversi che fossero stati raggiunti in data successiva non potranno mai costituire un diverso e superiore punto di riferimento per applicare la riduzione (che, tra l’altro, potrebbe essere anche superiore al 30 percento) prevista dalla legge”. Di conseguenza, l’Agenzia ha precisato che “essendo 378.109 le slot attive al 31 luglio 2015, gli effetti della riduzione saranno tali da portare progressivamente (nell’arco di 4 anni) gli apparecchi a ridursi sino a un numero non superiore a 265mila”.

Federico Cocco

Ho studiato storia, giornalismo e lingue straniere. Lavoro per diverse testate e collaboro con Il Mattino. Ho scritto per l’Ansa e il Corriere del Mezzogiorno. Politica, economia sono le mie passioni. Questo è il mio blo personale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *